Come funziona Amazon Music Unlimited

Diversamente da Amazon Prime Video e da altre soluzioni e servizi resi disponibili dal colosso del commercio elettronico, Amazon Music Unlimited – te l’ho già accennato in apertura – non è incluso al 100% nell’abbonamento Prime. Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, Prime è un servizio di Amazon che permette di avere consegne gratuite in un giorno su oltre 1 milione di prodotti, offre la possibilità di acquistare prodotti tramite gli Amazon Dash Button, dà accesso anticipato alle offerte lampo e molto altro ancora. I nuovi clienti lo possono provare gratis per 30 giorni ed al termine del periodo di prova non c’è alcun obbligo di rinnovo.

Gli abbonati ad Amazon Prime possono solo usufruire di una versione “light” di Amazon Music Unlimited, denominata Amazon Prime Music, che permette di accedere a 2 milioni di brani (anziché 50 milioni) con l’opzione di download attiva (solo sui dispositivi portatili), nessuna interruzione pubblicitaria ma un limite di ascolto mensile di 40 ore. Trascorse le 40 ore di ascolto mensile, per continuare a usufruire del servizio occorre aspettare il 1° giorno del mese successivo a quello in corso o attivare un abbonamento ad Amazon Music Unlimited.

Per poter fruire di Amazon Music Unlimited occorre sottoscrivere un abbonamento dedicato che, questo è però bene sottolinearlo, per gli iscritti a Prime risulta un tantino più vantaggioso. Più precisamente, il costo dell’abbonamento singolo al servizio è pari a 9,99 euro/mese oppure a 99 euro/anno (quindi 8,25 euro/mese) per gli iscritti ad Amazon Prime. In entrambi i casi è possibile fruire di 30 giorni di utilizzo gratuito del servizio in modo tale da poterne testare a fondo tutte le caratteristiche prima di decidere se continuare ad utilizzarlo anche allo scadere della prova optando dunque per l’abbonamento mensile o per quello annuale.

Oltre all’opzione per il singolo utente è disponibile anche una formula d’abbonamento destinata a tutta la famiglia. Per l’esattezza, al pezzo di 14,99 euro/mese oppure a quello di 149 euro/anno (vale a dire poco più di 12 euro per mensilità) per gli iscritti a Prime è possibile attivare fino ad un massimo di 6 account famigliari, ciascuno dei quali indipendente dall’altro in fatto di selezione dei brani, preferenze ecc.

Altro vantaggio dedicato agli abbonati a Prime da segnale è la possibilità di ricevere, al momento in cui scrivo, uno sconto pari a 10 euro sul costo dell’abbonamento. In soldoni: un mese gratuito di ascolto!

Dispositivi compatibili e requisiti

Per quel che concerne invece i dispositivi compatibili, Amazon Music Unlimited può essere sfruttato su computer e su svariate altre piattaforme.

Nello specifico, da computer è accessibile da tutti i principali browser Web: Chrome, Firefox, Microsoft Edge, Safari, Opera, Internet Explorer e via discorrendo, su tutti i più diffusi sistemi operativi. Oltre che via Web, è possibile accedere al servizio da computer anche mediante le apposite applicazioni rese disponibili per WindowsmacOS e per Linux.

Su device mobile, invece, Amazon Music Unlimited è fruibile, mediante apposita app, su Android, su iOS e sui tablet Fire (è disponibile “di serie”).

È altresì possibile ascoltare i brani d’interesse tramite Amazon Music Unlimited anche tramite gli altoparlanti Sonos, sia importando i brani che ascoltandoli on-deman, ed in auto, su BMW e Mini, gestendo il tutto tramite la Head Unit (basta collegare il disposto alla console centrale).

Iscrizione

Compresi i costi e presa coscienza dei dispositivi tramite cui è possibile utilizzare il servizio, cerchiamo dunque di capire come funziona Amazon Music Unlimited in maniera più dettagliata.

Come facilmente intuibile, per poter usufruire del servizio è necessario disporre di un account Amazon.

Per quel che concerne invece l’iscrizione a Prime, come già ribadito conferisce alcuni vantaggi in termini di prezzi ma resta comunque opzionale.

Recati dunque sulla home del servizio, clicca sul pulsante Iscriviti, è gratis per 30 giorni, effettua il login al tuo account (se richiesto), seleziona la tipologia di abbonamento che, una volta terminato il periodo di prova, verrà attivato scegliendo tra Abbonamento individuale ed Abbonamento Family e clicca su Iscriviti, è gratis per 30 giorni. Paga dopo dopodiché clicca sul bottone Ascolta ora.

Utilizzo

È fatta! Adesso si che puoi finalmente cominciare ad utilizzare sul serio il servizio!

Se vuoi registrarti al servizio clicca QUI

Investimento immobiliare con Housers

In questo video spiego come fare un investimento Immobiliare sulla Piattaforma Housers

LINK PER REGISTRARSI e prendere 25€ – http://bit.ly/housersita

 

Housers (vai al sito) rappresenta un’innovativa piattaforma di crowdfunding immobiliare nata in Spagna e “importata” in Italia che permette di raccogliere fondi online per acquistare o affittare un bene immobile.

Investire a partire da 50 €

Lanciata nel 2015 in Spagna, oggi la piattaforma conta oltre 50 mila utenti e consente al bacino di cyber-utenti di investire in beni immobiliari apportando un capitale minimo di 50 euro. Si tratta di un esperimento nuovo in Italia che sembra promettere davvero bene.

Cosa fa Housers?

Cominciamo con il dire cosa “non è” Housers.

Housers.com non è una piattaforma di equity crowdfunding – raccolta fondi online che consente di investire in startup in cambio di quote societarie – come lo è Walliance, ad esempio.

Housers è una piattaforma di “lending crowdfunding” o “peer to peer crowdfunding”, in pratica tutti gli aderenti partecipano all’acquisto del bene finanziando delle società che si occuperanno di investire in quel progetto. Chi aderisce al lending crowdfunding in questione, in pratica, non ottiene una quota di partecipazione all’acquisto dell’immobile come in Walliance, bensì ottiene un rendimento annuo sulla base degli accordi sottoscritti in piattaforma.

Gli investimenti immobiliari (in realtà accordi o contratti di lending crowdfunding) fatti sul portale Housers, potranno in seguito essere rivenduti all’interno di un apposito MarketPlace.

Patto Futuro Acquisto CMB Casa, la mia esperienza negativa

Patto di futuro acquisto

Patto di futuro acquisto

La mia esperienza Negativa con CMB Casa con il Patto di futuro acquisto

Quello che sto per raccontare è la mia esperienza personale con CMB Casa, in particolare con IL PATTO DI FUTURO ACQUISTO. Per chi non lo conoscesse è la possibilita’ di spostare di due o tre anni una parte di soldi per l’acquisto dell’immobile. In sostanza, durante la fase di rogito, firmate e consegnate nelle mani di CMB un titolo (cambiale), della somma pattuita, che il costruttore incassera’ dopo due o tre anni la data del rogito.

Ma tutto questo non era nelle mie informazioni. Io ero solamente interessato ad informarmi a tale immobile incuriosito dalle pubblicità nelle metro milanesi che invogliava a diventare proprietario di casa con 495 euro al mese.

Il progetto lo trovai molto interessante ma frenai i bollori quando mi comunicarono che il costo del bilocale, con box e cantina, era 201.000 euro. Non discuto assolutamente il prodotto di ottimo livello ma la mia disponibilita’ di contante non sarebbe arrivata a 48.000 euro (equivalente del 20% + mutuo di 153.000 euro) dopo due anni. Il venditore mi propose questo PATTO DI FUTURO ACQUISTO che mi avrebbe permesso di dilazionare 28.000 euro in un anno abbondante (entro dicembre 2016), andare a rogito con il mutuo all’80% a Luglio 2017 e poi pagare 20.000 entro Luglio 2019.

Con questa formula appariva tutto piu’ possibile perché sapevo che avrei potuto onorare l’impegno. Accettai e il PATTO DI FUTURO ACQUISTO fu la molla trainante per la decisione. Tutto andò alla perfezione, visione immobili, contatto con l’architetto per eventuali modifiche, scelta dei materiali. Pagai nei tempi gli anticipi ma tutto diventò grigio alla richiesta di mutuo. Avevo la scelta di richiesta mutuo oppure l’accollo del mutuo esistente in Intesa San Paolo. Faccio richiesta Mutuo a Febbraio 2017.

La risposta di Intesa e nell’immagine qui sotto

Patto acquisto futuro

Provai con UBI BANCA, UNICREDIT, BNL, IW BANK, DEUTSCHE BANK e CREDITO ARTIGIANO ma queste non accettavano nemmeno la presa in carico di richiesta mutuo.

Il problema è che queste banche non accettano che il cerchio della transazione di un immobile non si chiuda con un atto in un colpo solo.

Avviso il mediatore, (PROMEA) che è la società che si pone in mezzo tra compratore e costruttore, ed ogni volta mi promettono un contatto o una risoluzione o una risposta da CMB che non arriva mai. La situazione stagna per 6 mesi sentendomi solo. Ovviamente so che la situazione è nera perché ho dei soldi nelle loro mani ma non posso acquistare perché non ho accesso al mutuo. La cosa triste è proprio questa freddezza da parte del costruttore che sento lontano. Mai una chiamata, mai una proposta a risoluzione, mai un “Ci spiace ma vediamo come fare”. Solo.

Il problema non è tanto nella situazione in se, ma che questa societa’ (in minuscolo volontariamente) si è resa trasparente. Non risponde alle email, mi dice sempre che mi fara’ sapere ma non lo fa mai. La mia impressione è che questo Patto di Futuro Acquisto sia una cosa che non sanno nemmeno gestire. Un prodotto che non funziona e che non è sempre applicabile ma che loro fanno con leggerezza, e perfidia, per sigillarti con un contratto di acquisto. Mi piacerebbe sapere quante persone si sono trovate nelle mia situazione e con il rischio di perdere tutto hanno chiesto ad amici o parenti un prestito per poter fare l’acquisto, convinti invece di potevano farlo con un saldo piu’ in la nel tempo

Adesso siamo a Aprile 2018 (oltre 1 anno dopo) e sono nell’oblio, ma con una certezza…..non comprerò quel bilocale perdendoci anche dei soldi perchè il Costruttore dice che tutto sommato il contratto non ha sbavature e loro sono tranquilli.

E la mia certezza è anche di aver avuto a che fare con una Società disinteressata al Cliente che ovviamente NON consiglio a nessuno. Chi deciderà di acquistare da loro deve solo sperare che tutto fili liscio.
Se qualcosa va storto di la c’è il vuoto trincerato dietro un contratto firmato da Voi.

P.S. PER CAPIRE MEGLIO CMB CASA, O CITTA’ CONTEMPORANEA, O PROMEA INFOSERVICE CLICCARE QUI